Tag

,

Quella luce che sento
entrarmi in petto quando vedo te
non è forse una goccia della luce
creata il primo giorno,
dal profondo assetata d’esistenza?

Giaceva il nulla, in agonia,
nel buio errava, solo, quando diede
l’Inconoscibile un segnale:
“Luce!”

Un mare
un’insensata tempesta di luce
dilagò in un istante:
era come una sete di peccati, di desideri, di patemi e slanci
una sete di mondo e di sole.

Dov’è sparita l’accecante
luce d’allora – chi lo sa?

Quella luce che sento entrarmi in petto
quando ti vedo – angelo mio,
forse è l’ultima goccia
della luce creata il primo giorno

– Lucian Blaga –

Annunci